Il dipendente che utilizza per fini personali il collegamento internet predisposto sul luogo di lavoro non può essere licenziato. E' quanto stabilito dal Tribunale di Perugia con l'Ordinanza del 19 maggio - 24 maggio 2006 confermando così la precedente ordinanza del Tribunale affermando che il comportamento "scorretto" del dipendente non possa giustificare il licenziamento. (Giovanni Dami) LaPrevidenza.it, 14/08/2006
Tribunale di Perugia, ordinanza 19.5 - 24.5.2006
Condividi
Feedback

(07/09/2006 - Laprevidenza.it)
In evidenza oggi:
» Bonus 600 euro anche ad avvocati e ordinisti: firmato decreto
» Il reato di maltrattamenti in famiglia nella giurisprudenza