Sei in: Home » Articoli

Antitrust: pubblicata la relazione sull'attività anno 2005

Lo scorso 11 luglio è stata presentata a Palazzo Montecitorio, nella Sala della Lupa, la Relazione annuale sull'attività svolta nel 2005 dall'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato. Nella Relazione l'Autorità intende dare conto delle evoluzioni intervenute, per questo anno limitatamente agli interventi del legislatore nazionale, descrivendo le previsioni adottate nell'ottica del diritto e della politica della concorrenza. Nei prossimi anni l'analisi sarà estesa, per quanto possibile, all'azione delle Regioni e degli Enti locali. La scelta dei provvedimenti normativi da considerare in questa Relazione è stata effettuata sulla base del loro rilievo e dell'impatto concorrenziale che essi determinano. In particolare, vengono descritte e commentate le leggi che hanno profondamente modificato gli assetti regolatori e le modalità di concorrenza nei mercati finanziari (legge sul risparmio e codice delle assicurazioni), accordato ai consumatori un rafforzamento delle loro tutela (codice del consumo), sollecitato riduzioni dei prezzi al dettaglio (prezzi dei farmaci), regolamentato le professioni sanitarie non mediche, liberalizzato il settore dell?autotrasporto delle merci e dell?autotrasporto interregionale, semplificato il rispetto degli oneri amministrativi.
(21/08/2006 - Avv.Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Le aree destinate a parcheggio nel condominio
» Tassa rifiuti: va calcolata una sola volta per tutto l'immobile
» Cassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizio
» Autovelox: come difendersi dalle contravvenzioni illegittime
» Affido condiviso: fino a 3 anni il bambino può dormire dal padre solo ogni tanto
In evidenza oggi
Case, assicurazione obbligatoria contro i terremoti in bolletta: la proposta alla CameraCase, assicurazione obbligatoria contro i terremoti in bolletta: la proposta alla Camera
Divorzio: la nuova convivenza dell'ex non basta per dire addio all'assegnoDivorzio: la nuova convivenza dell'ex non basta per dire addio all'assegno
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF