Sei in: Home » Articoli

Il lavoro svolto dalla convivente more uxorio non riveste carattere di subordinazione

L?attività lavorativa che si svolga nell'ambito della convivenza more uxorio non e? di norma riconducibile ad un rapporto di subordinazione onerosa e quindi assume pieno titolo di gratuità. Nel caso specifico è stato richiesto il compenso e l?inquadramento di legge per una tacita convivenza familiare di fatto riconducibile ad una impresa familiare e non, ad avviso del collegio giudicante ad un rapporto di subordinazione. LaPrevidenza.it, 11/07/2006
Cassazione Civile, Sezione Lavoro, Sentenza 15.3.2006 n. 5632
(18/07/2006 - Laprevidenza.it)
Le più lette:
» Addio definitivo alla Siae
» Processo civile: nessun obbligo di depositare in appello il fascicolo di primo grado
» Come funziona la rottamazione "bis" delle cartelle
» Avvocati: ecco come effettuare il cumulo per andare in pensione prima
» Arriva lo stop per legge alle bollette a 28 giorni
In evidenza oggi
Mammografia: entro 60 giorni o dal privato al costo del ticketMammografia: entro 60 giorni o dal privato al costo del ticket
Responsabilità medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitariaResponsabilità medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitaria
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF