Sei in: Home » Articoli
 » Previdenza

Calcolo pensione: non si neutralizzano le retribuzioni più sfavorevoli

Con questa nota dell'Inps si forniscono chiarimenti in merito alla computabilità delle retribuzioni più sfavorevoli presenti nel quinquennio preso a base per il calcolo della pensione (o di quota di pensione). Secondo quanto affermato dall Corte Costituzionale con sentenza 294/1994 (deve essere escluso dal computo della retribuzione pensionabile e dell'anzianità contributiva tutto il periodo di lavoro svolto a partire dal cambiamento di attività, ovvero, in caso di riduzione retributiva avvenuta nell'ambito dello stesso rapporto di lavoro, tutto il periodo di lavoro svolto a partire dall'anno solare in cui è iniziata tale riduzione...) non si procede alla neutralizzazione dei periodi se non con le indicazioni fornite dalla corte.
(Ludovico De Grigiis) LaPrevidenza.it, 17/06/2006 www.laprevidenza.it
Inps, Messaggio 20.4.2006 n° 12002
(10/07/2006 - Laprevidenza.it)
In evidenza oggi:
» Multa: possibile l'annullamento in autotutela?
» Divorzio: niente assegno alla ex che da separata conduce una vita dignitosa
» Tredicesima: a chi spettano i 154 euro in più?
» Il disconoscimento di paternità - guida con fac-simile
» La messa alla prova


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF