Sei in: Home » Articoli
 » Previdenza

Privacy: prestazioni agevolate e handicap: i dati che può richiedere l'Inps

Il Garante per la protezione dei dati personali (Newsletter del 12 maggio 2006) ha chiarito che al fine del riconoscimento di prestazioni sociali agevolate a persone con handicap permanente grave e ad ultrasessacinquenni non autosufficienti l’Inps può raccogliere soltanto le informazioni personali riguardanti la situazione economica dell’interessato e non quelle del nucleo familiare di appartenenza. Nella decisione il Garante ha ribadito che tale principio scaturisce direttamente dal Codice in materia di protezione dei dati personali ed in particolare dai principi di indispensabilità, pertinenza e non eccedenza dei dati raccolti rispetto alle finalità perseguite. L’Autorità ha precisato che tale decisione è stata presa a seguito di una segnalazione con cui si faceva presente che l’Istituto Previdenziale, per il riconoscimento di particolari prestazioni sociali, richiedeva dati personali relativi alla situazione economica non solo degli interessati, ma anche di componenti il loro nucleo familiare.
(01/06/2006 - Avv.Cristina Matricardi)

In evidenza oggi:
» Autovelox: multe tutte nulle
» Decreto fiscale è legge
» L'infortunio in itinere
» Riforma processo civile: ecco la bozza
» Avvocati: i contributi alla Cassa non sono deducibili!
Newsletter f g+ t in Rss