Sei in: Home » Articoli

Corresponsione degli interessi legali e della rivalutazione monetaria

Condividi
Seguici

Risulta che talune sedi provinciali e territoriali, in presenza di favorevoli deliberazioni adottate dai Comitati di Vigilanza dell’Istituto, non corrispondono d’ufficio interessi legali e/o rivalutazione monetaria in favore dei ricorrenti, in considerazione che nulla viene indicato sulle deliberazioni stesse. Al riguardo, si precisa che, secondo un consolidato orientamento giurisdizionale, “l’obbligazione pensionistica si sostanzia in un debito di valore che impone all’Istituto di liquidare rivalutazione monetaria ed interessi legali d’ufficio, a prescindere dalla causa del ritardo, essendo completamente svincolati da ogni presupposto di colpa dell’ufficio liquidatore ed essendo dovuti per il solo fatto del mancato pagamento, alle singole scadenze, delle somme spettanti al pensionato”. LaPrevidenza.it, 07/05/2006
Inpdap, Nota operativa 26.4.2006 n° 29
(15/05/2006 - Laprevidenza.it)
In evidenza oggi:
» Abolire l'ora di religione e sostituirla con educazione civica
» È possibile registrare di nascosto i colleghi di lavoro?
» Bollette luce e gas: le novit da luglio
» Minaccia aggravata per chi insulta l'amministratore di condominio
» Il diritto di abitazione nella casa familiare

Newsletter f t in Rss