Sei in: Home » Articoli

Mediazione familiare: primo convegno 'Affetti e Diritti'

Alla luce della recente normativa introdotta dalla legge 8 febbraio 2006 n. 54 recante "Disposizioni in materia di separazione dei genitori e affidamento condiviso dei figli", su iniziativa delle Dott.sse Sarah Perrucci e Cristiana Gandini e del Dott. Massimo Rodilossi, il prossimo 24 marzo alle ore 15.00 si svolgerā ad Ascoli Piceno il primo Convegno in materia di Diritto di Famiglia e Mediazione Familiare presso il Centro Docens - Sala Marco Scatasta. Nel corso della giornata di studio verranno affrontate le principali problematiche attinenti alla mediazione familiare, rivolgendo particolare attenzione all?esame delle strategie e delle modalitā di intervento nel conflitto coniugale, ai diritti dei minori, all?affido condiviso ed infine alle attivitā dei consultori familiari. Professionisti del settore illustreranno la formazione, le competenze e le opportunitā del mediatore familiare, una figura professionale che, oltre a tutelare gli interessi e l?integritā psicofisica dei figli, offre alle parti coinvolte nel conflitto coniugale un terreno di incontro neutrale, aiutandole a riaprire canali di comunicazione interrotti. L'iniziativa č stata sostenuta dal Consorzio Universitario Piceno con il patrocinio della Facoltā di Giurisprudenza dell?Universitā degli Studi di Camerino, dell?Ordine degli Avvocati di Ascoli Piceno, della Fondazione Carisap di Ascoli Piceno, della Regione Marche, del Comune di Ascoli Piceno, del Centro SE.RA Cento Studi Conflitti Familiari e dell?ASUR zona territoriale n. 13, nonchč con il contributo della Provincia di Ascoli Piceno. Data la connotazione sociale della materia trattata, la Dott.ssa Perrucci , la Dott.ssa Gandini ed il Dott. Massimo Rodilossi, rivolgono un caloroso invito a quanti vorranno partecipare a tale iniziativa.
(21/03/2006 - Sarah Perrucci)
In evidenza oggi:
» Decreto privacy in vigore: al via l'oblazione
» Esami avvocati: vecchie regole per altri 2 anni
» Il processo amministrativo
» Avvocati: verso l'assunzione negli studi legali
» Addio multa se nel verbale mancano indicazioni sul segnale di preavviso

Newsletter f g+ t in Rss