Sei in: Home » Articoli

Le condizioni per il diritto al mantenimento

La Prima Sezione Civile della Corte di Cassazione, con sentenza n. 4800/02, ha stabilito che per il sorgere del diritto al mantenimento in favore del coniuge cui non sia addebitabile la separazione sono necessarie due condizioni: la non titolarità di adeguati redditi propri che consentano al richiedente di mantenere un tenore di vita analogo a quello goduto in circostanza di matrimonio, e la sussistenza di una disparità economica tra le parti. In particolare, la Cassazione ha precisato che il parametro utilizzabile ai fini della valutazione di adeguatezza dei redditi del soggetto che invoca lÂ’assegno, è dato dalle potenzialità economiche complessive dei coniugi durante il matrimonio.
Inoltre, ai fini della corresponsione dell'assegno di mantenimento, deve anche tenersi conto dell'esistenza di figli nati dalla nuova relazione del coniuge.
(25/07/2002 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Giustizia: arriva il processo civile "a fisarmonica"
» Notifiche: quando la colpa è dell'ufficiale giudiziario
» Quota 100: in pensione prima ma con assegno più leggero
» Pensioni: arriva la tredicesima
» La prescrizione penale

Newsletter f g+ t in Rss