Sei in: Home » Articoli

Concordato prev. e 'stato di crisi'

Condividi
Seguici

Lo stato di crisi che in base all’art. 160 della legge fallimentare, modificato dall’art. 2 del d. lgs. 14 maggio 2005, n. 35, costituisce la condizione per l’ammissione dell’imprenditore alla procedura di concordato preventivo, deve intendersi comprensivo anche della nozione di insolvenza che costituisce il presupposto per la dichiarazione di fallimento.
Nella decisione
(13/11/2005 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Arrivano i "rimborsi" per chi paga con bancomat o carta di credito
» Ricorso in Cassazione inammissibile se non è diviso in paragrafi

Newsletter f t in Rss