Sei in: Home » Articoli

Assegnazione della casa coniugale

La Corte di Cassazione (Sent. 9071/2002) ha stabilito che, in caso di separazione, lÂ’affidamento dei figli non da automaticamente diritto a ottenere la casa coniugale. La valutazione delle condizioni economiche dei coniugi, infatti, come rileva la Corte, non impone necessariamente l'assegnazione della casa al coniuge economicamente più debole, neanche se a lui siano affidati i figli. Questo sempre che l'equilibrio delle condizioni economiche dei coniugi e la tutela di quello più debole possano essere perseguiti altrimenti.
(23/08/2002 - Roberto Cataldi)

In evidenza oggi:
» Condominio: il convegno di StudioCataldi.it a Roma
» Famiglia: i modelli per la redazione degli atti
» Divorzio: niente assegno all'ex moglie scansafatiche
» Reddito di cittadinanza, "nuove strette anti furbetti"
» Processo civile telematico: nulle le notifiche all'indirizzo Ini-Pec?
Newsletter f t in Rss