Sei in: Home » Articoli
 » Previdenza

In tema di pensione di guerra e prescrizione della domanda

Infondata è l'eccezione di parte appellata in ordine alla mancata eccezione di prescrizione in quanto l'originario provvedimento impugnato verteva proprio sulla intempestività della domanda e, comunque, in primo grado, è stata riproposta l'eccezione di prescrizione per la conferma del provvedimento impugnato. Le argomentazioni svolte in appello ampliano i motivi già opposti, ma ha sempre fatto parte del "thema decidendum" la questione della prescrizione del diritto a pensione della ricorrente (Sez. Lav., sent. n. 5470 del 13-05-1993). Comunque, le diverse argomentazioni sono irrilevanti nel caso di specie avuto riguardo alla data di presentazione della domanda di pensione che è stata avanzata nel 2002 e, quindi, ben oltre ogni termine di prescrizione di cui si dirà. La questione attiene agli effetti della sentenza della Corte costituzionale n. 361/1993. Ai sensi dell'art. 136 cost. le sentenze della Corte costituzionale dichiarative della illegittimità costituzionale di una norma fanno cessare l'efficacia della norma stessa del giorno successivo alla loro pubblicazione, con la precisazione contenuta nell'art. 30, comma 3, della l. n. 87/1953 che da quel giorno la norma non può più avere applicazione.
LaPrevidenza.it, 23/09/2005
(02/10/2005 - Laprevidenza.it)
In evidenza oggi:
» Multe fino a 425 euro per chi getta rifiuti dal finestrino
» Basta impedire al padre di vedere il figlio per due giorni per commettere reato
» La chiusura delle indagini preliminari
» WhatsApp, cambiamenti e novità in arrivo
» Processo civile: le decisioni "a sorpresa" del giudice

'codice widgetpack temporaneamente spostato nella raccolta codici
Newsletter f g+ t in Rss