Sei in: Home » Articoli

Internet e privacy

Il garante della protezione dei dati personali (Newsletter del 10-16 giugno 2002) ha stabilito che la direttiva europea sulla privacy si applica non solo alle informazioni raccolte attraverso cookies, ma anche attraverso i cosiddetti spywares, ossia quei software che consentono di “spiare” chi naviga in internet raccogliendo informazioni a sua insaputa. Il 30 maggio scorso è stato approvato del Gruppo che riunisce le autorità europee di protezione dati un documento con il quale si fa il punto sull’applicazione della direttiva europea n.95/46/CE ai trattamenti effettuati dai siti Web situati in paesi non appartenenti all’Unione Europea. La direttiva naturalmente si applica se il titolare del sito Web faccia ricorso per tali trattamenti a strumenti (automatizzati o non) situati in un Paese membro dell’UE a meno che questi non siano utilizzati ai soli fini di transito nel territorio della Comunità europea. Ciò che conta in sostanza è il luogo geografico in cui sono situati gli strumenti che il titolare utilizza per trattare i dati personali dell’individuo.
(01/07/2002 - Roberto Cataldi)

In evidenza oggi:
» Reversibilità alla moglie anche senza mantenimento
» Condominio: il convegno di StudioCataldi.it a Roma
» Lo statuto dei lavoratori
» Riforma processo civile e penale: verso l'epilogo
» Mancata mediazione: i giudici non sanzionano e lo Stato perde milioni di euro
Newsletter f t in Rss