Sei in: Home » Articoli

Mobbing: demansionamento e ripartizione onere della prova

Condividi
Seguici

In caso di lamentato mobbing da parte del lavoratore, trova applicazione l'art. 2.087 c.c., che ripartisce l'onere della prova tra le parti. Il datore di lavoro dovrà, infatti, dimostrare di aver ottemperato agli obblighi di protezione dell'integrità psichica e fisica dei propri dipendenti; questi ultimi, invece, saranno gravati dal solo onere di provare l'effettiva lesione della suddetta integrità e il nesso di causalità tra tale evento e lo svolgimento dell'attività lavorativa. (Avv. Valentina Rossi - staff LaPrevidenza.it)
Tribunale di Tempio Pausania, Sentenza 10 luglio 2003 n° 157
(07/07/2005 - Laprevidenza.it)
In evidenza oggi:
» La Famiglia nel Diritto: 3 Crediti Formativi per avvocati
» Arriva l'avvocato istruttore
» Il reato di bancarotta
» Mantenimento: niente reato per il padre che riduce da s l'assegno al figlio
» Ecco la riforma del processo penale

Newsletter f t in Rss