Sei in: Home » Articoli
 » Contratti

Regolamento di condominio e disposizioni di natura contrattuale

La Seconda Sezione Civile della Corte di Cassazione (Sent. n. 821672005) ha stabilito che un regolamento di condominio contrattuale "può contenere anche solo disposizioni di carattere solo 'regolamentare' e che queste possono essere modificate, al fine di essere adattate alle mutevoli esigenze della collettività condominiale, dall'assemblea, con la maggioranza prescritta dall'art. 1136 cc.". I Giudici di Piazza Cavour hanno precisato che nel discorso restano escluse quelle clausole che incidono su diritti soggettivi dei singoli condomini che, avendo natura 'contrattuale' possono essere modificate soltanto dalla totalità dei condomini.
Leggi la motivazione della sentenza
(14/07/2005 - Avv.Cristina Matricardi)
In evidenza oggi:
» Avvocati: perché portano la toga nera?
» Avvocati matrimonialisti, boom di matrimoni tra over70 e badanti
» Processo civile telematico: serve l'attestazione di conformità per la copia cartacea della notifica via Pec
» Avvocati: dal 1° marzo comunicazione telematica per gli adempimenti di lavoro
» Divorzio: quando la moglie deve restituire il 50% delle rate del mutuo pagate per intero dal marito?


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss