Sei in: Home » Articoli

Accesso ai dati personali e diritti degli interessati

Il Garante per la protezione dei dati personali (Newsletter 2/8 maggio 2005) ha precisato che quando l'interessato chiede di accedere ai dati personali che lo riguardano, non è tenuto a indicare specificamente in quali atti o documenti essi sono contenuti e che, chi gestisce la banca dati, deve comunicare, in modo intelligibile, tutte le informazioni in suo possesso anche se lo stesso non è tenuto a esibire o rilasciare copia di atti o documenti che li contengono. L'Autorità ha inoltre precisato che, ai sensi dell'art. 10 del Codice, il titolare del trattamento deve agevolare l?accesso ai dati da parte dell?interessato, anche attraverso un'accurata selezione informatizzata. Con questa decisione il Garante della privacy ha accolto un ricorso in materia di accesso ai dati personali detenuti da un datore di lavoro e inerenti all?attività lavorativa prestata da un dipendente.
(08/06/2005 - Avv.Cristina Matricardi)
Le più lette:
» La responsabilità oggettiva
» Il reato di ricettazione
» Opposizione a decreto ingiuntivo: inammissibile per nullità della notifica via pec
» L'accollo
» Avvocati: prestazione sospesa se il cliente non paga
In evidenza oggi
Tari: come chiedere il rimborso dal 2014Tari: come chiedere il rimborso dal 2014
Cassazione: valida la querela implicitaCassazione: valida la querela implicita

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF