Sei in: Home » Articoli

Cassazione: è violenza sessuale la pacca sul sedere, anche se repentina e insoddisfacente

La Terza Sezione Penale della Corte di Cassazione (Sent. n. 876/2005) ha stabilito che integra gli estremi della violenza sessuale il reiterato palpeggiamento libidinoso nel sedere di un soggetto quando lo stesso non è "in grado di ostacolare un toccamento repentino ed imprevedibile". I Giudici del Palazzaccio hanno precisato che "rientrano nella nozione rilevante ai fini della norma di cui all'art. 609 bis c.p., tutti gli atti sessuali indirizzati verso zone erogene, idonei a compromettere la libera determinazione del soggetto passivo in ordine alla sua sessualità, connotati dalla costrizione, abuso di inferiorità fisica e psichica" e che non "rileva ai fini della consumazione del reato di violenza sessuale, il fatto che l?atto sessuale sia di breve durata e che non abbia determinato la soddisfazione erotica del soggetto attivo".
Leggi la motivazione della sentenza
(21/04/2005 - Avv.Cristina Matricardi)
In evidenza oggi:
» Affido condiviso: sì a diritto di visita rigido per tutelare i figli
» Reato di invasione di edifici: in arrivo multe fino a 2mila euro
» Il processo amministrativo
» Avvocati: verso l'assunzione negli studi legali
» Addio multa se nel verbale mancano indicazioni sul segnale di preavviso

Newsletter f g+ t in Rss