Sei in: Home » Articoli

Consiglio di Stato: il provvedimento di revoca degli assessori comunali e provinciali

La Quinta Sezione del Consiglio di Stato (sent. n. 944/05) ha affermato che il provvedimento con il quale il sindaco o il presidente della provincia dispone la revoca di un assessore, deve sì essere motivato, ma può basarsi sulle più ampie valutazioni di opportunità politico-amministrative, rimesse in via esclusiva al sindaco o al presidente della provincia, tenendo conto sia di esigenze di carattere generale (ad esempio: rapporti con l'opposizione o rapporti interni alla maggioranza consiliare), sia di particolari esigenze di maggiore operosità ed efficienza di specifici settori dell'amministrazione locale, sia dell?affievolirsi del rapporto fiduciario tra il capo dell'amministrazione e singolo assessore.
(05/04/2005 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Avvocati e gratuito patrocinio: compensi più equi
» Voucher lavoro: cosa cambia dopo il decreto dignità
» La diffida ad adempiere
» Malattie professionali: quali sono riconosciute dall'Inail
» Fisco pignora 300mila euro: Codacons a rischio chiusura

Newsletter f g+ t in Rss