Sei in: Home » Articoli

Cassazione: notifica a mezzo posta fatta al convivente del destinatario

La Prima Sezione Civile della Corte di Cassazione, con sentenza n. 1508 del 25 gennaio 2005, ha affermato che nel caso in cui la notifica a mezzo posta sia fatta a persona di famiglia convivente con il destinatario, allorché quest'ultimo sia assente, la convivenza si presume dal fatto che il familiare si sia trovato nell'abitazione del destinatario al momento della notifica ed abbia preso in consegna l'atto, salvo che l'interessato fornisca prova dell'assenza di qualsiasi convivenza, sia pure solo temporanea.
(11/03/2005 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Il mobbing - guida con raccolta di articoli e sentenze
» Preavviso di licenziamento e dimissioni: durata, conseguenze e fac-simile
» Curriculum vitae: guida alla redazione con fac-simile
» Processo civile telematico: attenzione a come si deposita la sentenza impugnata in Cassazione!
» Equo compenso per tutti: avvocati e professionisti
In evidenza oggi
Udienza celebrata in anticipo senza l'avvocato? Il giudizio è illegittimoUdienza celebrata in anticipo senza l'avvocato? Il giudizio è illegittimo
Addio riparazione per lo stalkingAddio riparazione per lo stalking

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF