Anche il conduttore di un immobile può promuovere azione possessoria nei confronti dell’autore dello spoglio. Lo ha ribadito la Corte di Cassazione (sent. 29 aprile 2002 n.6221) specificando che il conduttore va considerato “detentore qualificato” per conto del locatore possessore. Ne discende che egli ha diritto a tutelare la propria situazione giudidica attraverso l’esercizio dell’azione di reintegrazione. Vedi anche: Le azioni possessorie: reintegrazione e manutezione nel possesso

Condividi
Feedback

(05/06/2002 - Avv.Francesca Romanelli)
In evidenza oggi: