Sei in: Home » Articoli

Flussi d'ingresso in Italia dei lavoratori stranieri per l'anno 2005

Sono in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale i due Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17/12/04 relativi, rispettivamente, alla programmazione dei flussi d'ingresso dei lavoratori cittadini dei nuovi Stati membri della UE per l'anno 2005 e la determinazione delle quote d'ingresso dei cittadini extracomunitari per motivi di lavoro, sempre per l'anno 2005. In particolare il primo decreto stabilisce che per l'anno 2005 Ŕ ammessa in Italia una quota di 79.500 lavoratori cittadini dei nuovi Stati membri dell'Unione europea.
per motivi di lavoro subordinato stagionale e non stagionale. Il secondo decreto, invece, nell'ambito della quota massima di 79.500 ingressi di cittadini extracomunitari, prevede, tra l'altro, che siano ammessi in Italia per motivi di lavoro i cittadini stranieri non comunitari residenti all'estero, entro una quota massima di 30.000 unitÓ, di cui 15.000 unitÓ sono riservate agli ingressi per motivi di lavoro domestico o di assistenza alla persona. Sul punto La Direzione Generale dell'Immigrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha emanato, il 25 gennaio 2005, due circolari che stabiliscono le disposizioni e le modalitÓ con le quali i datori di lavoro che intendono assumere cittadini stranieri devono presentare le relative domande, nei limiti delle quote di ingresso stabilite.
(07/02/2005 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Decreto privacy in vigore: al via l'oblazione
» Esami avvocati: vecchie regole per altri 2 anni
» Il processo amministrativo
» Avvocati: verso l'assunzione negli studi legali
» Addio multa se nel verbale mancano indicazioni sul segnale di preavviso

Newsletter f g+ t in Rss