Il Ministro della Funzione Pubblica ha reso noto di aver firmato la circolare n. 5/04 nella quale sono state date indicazioni in merito alla prosecuzione del rapporto di lavoro dei dipendenti pubblici oltre i limiti di età previsti per il collocamento a riposo. Il Ministro, nel provvedimento adottato, ha ricordato che il DL n. 136/2004, nel testo integrato dalla Legge di conversione n. 186 del 2004, ha modificato il D. Lgs. n. 503/1992, prevedendo la possibilità, per i pubblici dipendenti, di rimanere in servizio fino al compimento del settantesimo anno di età. E' stato quindi stabilito che il dipendente che vuole continuare nel rapporto di lavoro deve fare richiesta alla propria Amministrazione prima del raggiungimento del limite di età previsto dai rispettivi ordinamenti per il collocamento in quiescenza e, a loro volta, le Amministrazioni di competenza, hanno la facoltà di accogliere le richieste valutando sia le proprie esigenze sia l'esperienza professionale acquisita dal dipendente.

Condividi
Feedback

(24/12/2004 - Avv.Cristina Matricardi)
In evidenza oggi: