Sei in: Home » Articoli

Arbitrato e arbitraggio

La Prima Sezione della Corte di Cassazione, con sentenza n.5707 del 19 aprile 2002, ha stabilito che l’istituto giuridico dell’arbitraggio, a differenza di quanto accade per l’arbitrato, non è configurabile nella transazione giacché quest’ultima ha come presupposto essenziale l’esistenza di una controversia attuale o prevista. La Corte, in particolare, ha voluto chiarire che gli istituti giuridici dell’arbitrato e dell’arbitraggio perseguono finalità diverse: il primo mira alla composizione della lite ed ha come presupposto appunto l’esistenza di un rapporto controverso; il secondo mira alla determinazione di un elemento del negozio giuridico e dunque all’integrazione del contenuto negoziale, e presuppone così la sussistenza di un rapporto non controverso.
(29/05/2002 - Roberto Cataldi)

In evidenza oggi:
» Reversibilità alla moglie anche senza mantenimento
» Condominio: il convegno di StudioCataldi.it a Roma
» Lo statuto dei lavoratori
» Riforma processo civile e penale: verso l'epilogo
» Mancata mediazione: i giudici non sanzionano e lo Stato perde milioni di euro
Newsletter f t in Rss