La Quinta Sezione Penale della Corte di Cassazione Sent. n. 35741/2004) ha stabilito che “la sindrome ansioso – depressiva può costituire causa di differimento della pena quanto assuma aspetti di tale gravità da non essere fronteggiabili in ambiente carcerario o addirittura assuma caratteri della infermità psichica sopravvenuta”.

Leggi la motivazione della sentenza
Condividi
Feedback

(21/12/2004 - Avv.Cristina Matricardi)
In evidenza oggi: