Lo scorso 29 novembre, il Governo ha presentato alla Commissione Bilancio del Senato l’emendamento al disegno di legge finanziaria per il 2005 che introduce il secondo modulo della riforma fiscale. Più precisamente, la riforma prevede la ridefinizione delle aliquote e degli scaglioni dell’IRE che diventeranno tre (23%, 33% e 39%). A ciò verrà aggiunto anche un contributo di solidarietà del 4%. E ancora. L’emendamento prevede inoltre nuove misure per l’IRAP, con interventi agevolati per le aziende che creano nuova occupazione, e l’istituzione di un Fondo rotativo a favore delle imprese.

Condividi
Feedback

(06/12/2004 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi: