Sei in: Home » Articoli

Cassazione: è reato offendere anziani ricoverati in case di cura

La Sesta Sezione Penale della Corte di Cassazione (Sent. 31435/2004) ha stabilito che rischia la condanna per maltrattamenti e violenza privata chi insulta e offende le persone anziane ricoverate in una casa di cura. I Giudici di Piazza Cavour hanno precisato che atteggiamenti e comportamenti di disprezzo e di maleducazione posti in essere da assistenti delle case di cura, nei confronti degli ospiti della struttura, oltre a rappresentare una assoluta carenza di professionalità, costituiscono veri e propri maltrattamenti per le sofferenze imposte alle persone indifese ivi ricoverate.
Con questa decione la Corte ha condannato una donna che prestava servizio in una struttura pubblica (per pazienti anziani non autosufficienti) e che aveva posto in essere una serie di comportamenti maleducati e arroganti nei confronti dei pazienti che, consapevoli della loro impotenza e del potere di fatto esercitato dalla loro assistente di fatto caddero in uno stato di prostrazione e di timore di ritorsione tanto da indursi a non voler più parlare di quegli episodi.
Leggi la sentenza
(01/12/2004 - Avv.Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Le aree destinate a parcheggio nel condominio
» Tassa rifiuti: va calcolata una sola volta per tutto l'immobile
» Cassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizio
» Autovelox: come difendersi dalle contravvenzioni illegittime
» Affido condiviso: fino a 3 anni il bambino può dormire dal padre solo ogni tanto
In evidenza oggi
Multe autovelox: dal 1° agosto potrebbero essere nulleMulte autovelox: dal 1° agosto potrebbero essere nulle
Cassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizioCassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizio
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF