Sei in: Home » Articoli

Sospensione della patente all’esito del procedimento amministrativo

La sospensione della patente di guida, quando prevista quale sanzione accessoria alla violazione della normativa del codice della strada, può essere disposta contestualmente alla elevazione del verbale di contestazione od anche in un momento successivo, all'esito all’esito del procedimento amministrativo instaurato avverso il provvedimento irrogativo della sanzione pecuniaria. Lo ha precisato la Prima Sezione Civile della Corte di Cassazione nella sentenza n. 19919/04 con cui ha rigettato doglianza di un automobilista circa la tardività del provvedimento di sospensione della patente di guida, rispetto al termine fissato dall'art. 218 c.d.s. Infatti, precisano il Giudici della Corte, solo nel primo caso l'iter procedimentale è regolato dall'art. 218 c.d.s., che obbliga la prefettura ad emettere la ordinanza di sospensione nei 15 giorni dall'invio del verbale; mentre nel secondo, la sospensione può avvenire successivamente alla ordinanza che irroga la sanzione principale pecuniaria, con la quale si esaurisce il procedimento amministrativo di cui all'art. 203 c.d.s.
(30/11/2004 - Roberto Cataldi)

In evidenza oggi:
» Il decreto ingiuntivo lo farà l'avvocato?
» Cassazione: bisogna fermarsi sempre allo stop anche a strada libera
» Responsabilit medica: la Cassazione sminuisce le linee-guida
» Sta col padre il figlio che lo rifiuta
» Cassazione: esentasse le cause sotto i 1.000 euro
Newsletter f g+ t in Rss