Sei in: Home » Articoli

Nuovo monito del Garante sui messaggi e-mail

Condividi
Seguici

Il Garante della Privacy, intervenendo nuovamente sulla questione inerente l’utilizzazione dello strumento “Internet” e, questa volta, in particolare, su quello della posta elettronica, ha decretato l’illegittimità dell’invio di messaggi pubblicitari a scopo commerciale, quando non siano richiesti dal consumatore. Nel monito, il Garante, evidenzia come tale comportamento è da ritenersi illegittimo sulla base dell’uso vietato che, in tal modo, viene a farsi di questo strumento. Sulla base delle norme sulla privacy e di quelle poste a tutela del consumatore, infatti, i messaggi pubblicitari possono essere inviati dai fornitori, solo a quegli indirizzi inseriti in appositi elenchi pubblici o, comunque, a quelli di cui si sia ottenuto, da parte del destinatario, il necessario e preventivo consenso.
(24/05/2002 - Avv.Cristina Matricardi)
In evidenza oggi:
» Legittima difesa in vigore: ecco come cambia il codice penale
» Il risarcimento del danno da diffamazione
» Concorsone per 4.900 posti nella PA: firmato il decreto
» Avvocati matrimonialisti: riforma assegno divorzio "rivoluzione copernicana"
» Appalto: le cause di estinzione

Newsletter f t in Rss