Ag. Entrate Ris. 22.05 n.151 su tassa registro per cauzione nei contratti di locazione

Condividi
Seguici

L'Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione n.151 del 22 maggio 2002, ha precisato che “se le parti nel contratto di locazione convengono un deposito cauzionale, al fine di garantire l'esatto adempimento degli obblighi posti a carico del conduttore, questo non è soggetto all'aliquota dello 0,50% se la garanzia è prestata da una delle parti. Qualora, invece, la garanzia è prestata da terzi (ad esempio, deposito costituito da un soggetto estraneo al rapporto di locazione) è dovuta l'imposta proporzionale sull'ammontare del deposito costituito”.
Leggi il provvedimento su www.filodiritto.com
(24/05/2002 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Legittima difesa in vigore: ecco come cambia il codice penale
» Il risarcimento del danno da diffamazione
» Concorsone per 4.900 posti nella PA: firmato il decreto
» Avvocati matrimonialisti: riforma assegno divorzio "rivoluzione copernicana"
» Appalto: le cause di estinzione

Newsletter f t in Rss