Sei in: Home » Articoli

Controllo dell'invalidità nell'assunzione statale privilegiata

La Sezione Sesta del Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (sent. n. 6657/04) ha stabilito che la P.A. può verificare in qualunque momento l'esistenza dei requisiti richiesti dalla legge che danno luogo all'assunzione privilegiata. I Supremi giudici amministrativi hanno sul punto chiarito che una volta accertato il venir meno dei requisiti che avevano consentito al dipendente di beneficiare dell'assunzione privilegiata, l'amministrazione è legittimata a risolvere il rapporto di lavoro.
(02/11/2004 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Conto corrente: i limiti al pignoramento delle somme versate dall'Inps
» Mantenimento non dovuto al figlio che non vuole lavorare
» Il marito non ha il diritto di soddisfare i suoi istinti sessuali
» Condono fiscale 2019: come funziona la sanatoria
» Sì al pernotto dal papà anche se la mamma non vuole

Newsletter f g+ t in Rss