Sei in: Home » Articoli
 » Contratti

Contratti swap e arbitrato

Condividi
Seguici

L’istanza di provvedimento cautelare proposta a giudice diverso da quello indicato dall’art. 669 quinquies c.p.c. (presenza di clausola compromissoria o di giudizio arbitrale) è inammissibile per vizio di costituzione del giudice ex art. 158 c.p.c.- Possono escludersi vizi di forma ex art. 23 t.u.l.f. ove, nell’ambito di un rapporto di performing growth swap, siano stati regolarmente sottoscritti il contratto quadro ed i singoli ordini, così come appare rispettata la previsione di cui all’art. 31 reg. Consob 11522/98 ove l’aderente al contratto abbia espressamente dichiarato, con atto separato, di essere in possesso di una specifica competenza ed esperienza in materia di operazioni in strumenti finanziari. E’ inammissibile la richiesta di inibitoria dell’esperimento di azione giudiziale in quanto lesiva di diritti costituzionalmente garantiti (cfr art. 24 Cost).
Nella sentenza
(22/10/2004 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Cassazione: reato non portare il cane malato dal veterinario
» Cassazione: niente mantenimento se la ex è giovane e il matrimonio dura poco
» Fisco: cambia il calendario per la dichiarazione dei redditi
» Sanatoria per la tassa rifiuti non pagata
» Cassazione: nulla la notifica dell'atto al familiare non convivente

Newsletter f t in Rss