Sei in: Home » Articoli

Cassazione: nella riparazione per ingiusta detenzione, la tossicodipendenza non è sempre colpa grave

Condividi
Seguici

La Quarta Sezione Penale della Corte di Cassazione (Sent. n. 37664/2004) ha stabilito che "lo stato i tossicodipendenza, pur essendo illecito amministrativo, non è di per se solo automaticamente sufficiente per configurare la colpa grave a norma dell’art. 314, comma 1°, c.p.p.". I Giudici di Piazza Cavour hanno quindi precisato che nella fattispecie, al fine di individuare la sussistenza o meno dei presupposti per il diritto alla riparazione (con riferimento al provvedimento restrittivo della libertà personale), pur non essendo possibile un'individuazione astratta dei comportamenti del tossicodipendente che possano configurare quantomeno la sussistenza di una colpa grave, ben può il giudice valutare il materiale probatorio acquisito nel procedimento penale.
Leggi la sentenza
(21/10/2004 - Avv.Cristina Matricardi)
In evidenza oggi:
» Cassazione: sms e e-mail fanno piena prova in giudizio
» Multe anche al conducente se il passeggero non mette il casco o la cintura
» Il contratto di comodato - guida con fac-simile
» Il licenziamento orale
» Il padre mantiene la figlia avvocato non ancora autosufficiente

Newsletter f t in Rss