Sei in: Home » Articoli
 » Multe

Cassazione: per il ricorso in Cassazione del Comune occorre un'autorizzazione specifica

La Quinta Sezione Civile della Corte di Cassazione (Sent. 14220/2004) ha stabilito che l'Amministrazione Comunale, nei procedimenti di merito, per proporre ricorso in Cassazione, ha bisogno di un'autorizzazione specifica a stare in giudizio in rappresentanza dell'Ente, rilasciata dal Sindaco o dalla Giunta Comunale. I Giudici del Palazzaccio hanno così precisato che "occorre apposita deliberazione della Giunta Comunale che autorizzi il Sindaco a resistere con controricorso davanti alla Corte di Cassazione (a maggior ragione tale autorizzazione è necessaria ove l'Ente sia ricorrente)" e che "l'autorizzazione a stare in giudizio, necessaria perchè l'Ente possa agire o resistere in causa, attiene alla legitimatio ad processum e cioè all'efficacia e non alla validità della costituzione, per cui può intervenire anche successivamente con effetto convalidante".
Leggi la motivazione della sentenza
(15/10/2004 - Avv.Cristina Matricardi)
In evidenza oggi:
» Bollette gas: dal 1° gennaio prescrizione ridotta a 2 anni
» Gratuito patrocinio: se il ricorso è inammissibile addio compenso all'avvocato
» Stralcio debiti sotto mille euro: la prima sentenza
» Stop al divieto delle due lauree
» Gratuito patrocinio: se il ricorso inammissibile addio compenso all'avvocato

Newsletter f g+ t in Rss