Non sarà più possibile utilizzare le liste elettorali per l'invio di materiale pubblicitario. Lo ha precisato il Garante per la protezione dei dati personali a seguito di un ricorso proposto da un cittadino che era stato infastidito dall’invio di materiale pubblicitario senza consenso. Dal 1 gennaio scorso le liste elettorali possono essere utilizzate solo per l’applicazione della disciplina in materia elettorale, per motivi di studio, di ricerca o per il perseguimento di un interesse collettivo. Le aziende che intendono utilizzare i dati personali per fini promozionali, commerciali e pubblicitarie sono obbligate ad acquisire il consenso esplicito del cittadino.

(Garante per la protezione dei dati personali, Newsletter 19/09/2004)

(News pubblicata su autorizzazione di www.leggiditalia.it)

Condividi
Feedback

In evidenza oggi: