Sei in: Home » Articoli
 » Previdenza

Governo: approvata la riforma delle pensioni

Il Parlamento (Seduta del 28 luglio 2004), ha approvato definitivamente la riforma delle pensioni "Norme in materia pensionistica e deleghe al Governo nel settore della previdenza pubblica, per il sostegno alla previdenza complementare e all'occupazione stabile e per il riordino degli enti di previdenza e assistenza obbligatoria" (A.C. 2145 B). Nel provvedimento di riforma è stato stabilito che ci saranno due fasi di intervento: fino al 2008 viene lasciato immutato il sistema per le pensioni di anzianità, vengono introdotti incentivi a rimanere al lavoro per i lavoratori del settore privato e intensificata la lotta agli abusi mentre successivamente a tale anno, per andare in pensione di anzianità saranno necessari 60 anni di età e 35 di contributi e dal 2010 l'età anagrafica necessaria passerà da 60 a 61 anni. Infine nel provvedimento si rende noto che la riforma del sistema previdenziale si propone di raggiungere due obiettivi, condivisi anche a livello europeo, quello di elevare gradualmente l'età pensionabile, principalmente su base volontaria e quello di sviluppare la previdenza complementare, da affiancare a quella pubblica.
(04/09/2004 - Avv.Cristina Matricardi)

In evidenza oggi:
» Una legge per punire chi avvelena i cani
» Reddito di cittadinanza e quota 100 ok al decreto
» Il Codice della crisi e dell'insolvenza
» Tutti i bonus e le agevolazioni per chi senza reddito
» Danno biologico: le nuove tabelle di Roma sempre pi lontane da quelle di Milano
Newsletter f g+ t in Rss