Sei in: Home » Articoli

Cassazione: provvedimento arbitrale e decreto di esecutorietÓ

La Prima Sezione Civile della Cassazione (Sent. 9392/2004) ha stabilito che ove sia stato conferito l'incarico di emettere un arbitrato o una perizia contrattuale, il deposito del provvedimento arbitrale, effettuato ex art. 825 c.p.c., per "tuziorismo" (o per altra ragione), ed il decreto di esecutorietÓ emesso dal giudice non valgono a dar vita ad una "sentenza arbitrale", con la conseguenza che avverso tale provvedimento arbitrale non Ŕ ammissibile l'impugnazione di nullitÓ ex art. 828 c.p.c., ma solo una azione per eventuali vizi del negozio da proporre con l'osservanza delle norme ordinarie sulla competenza, con rispetto del doppio grado di giurisdizione.
(26/08/2004 - Avv.Cristina Matricardi)
Le pi¨ lette:
» Carta identitÓ elettronica: come si richiede
» Gratuito patrocinio: il tribunale non pu˛ pagare gli avvocati
» Tari: come chiedere il rimborso dal 2014
» Pensioni: Ape volontaria, pronte le convenzioni
» Diritto di recesso: cos'Ŕ e come si esercita
In evidenza oggi
Cassazione: il pedone non ha sempre ragioneCassazione: il pedone non ha sempre ragione
Autovelox: addio multa sul rettilineo senza l'altAutovelox: addio multa sul rettilineo senza l'alt

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF