Sei in: Home » Articoli

La costituzione di pegno di un terzo non vale in caso di fallimento

La Prima Sezione Civile della Corte di Cassazione (Sent. 10012/2004) ha stabilito che il creditore che riceve in favore del proprio debitore la costituzione di un pegno da parte di un terzo, non potrà però farla valere in caso di fallimento di quel debitore.
(19/08/2004 - Avv.Cristina Matricardi)

In evidenza oggi:
» Avvocati: come inserire le spese anticipate nella fattura elettronica
» Divorzio: la Cassazione "riabilita" il tenore di vita
» L'Agenzia delle entrate-riscossione cerca avvocati
» Condominio: nuovi obblighi antincendio dal 6 maggio
» Avvocati: le nuove regole per i curatori fallimentari
Newsletter f t in Rss