La Seconda Sezione Civile della Corte di Cassazione (Sent. 1547/2004) ha stabilito che alla responsabilità contrattuale del medico per il danno alla persona, causato da imperizia nell'esecuzione di un'operazione chirurgica, si applica l'ordinario termine di prescrizione decennale, con decorrenza dal momento del verificarsi del fatto lesivo, e non da quello della manifestazione esteriore della lesione.

Condividi
Feedback

(13/08/2004 - Avv.Cristina Matricardi)
In evidenza oggi: