Sei in: Home » Articoli
 » Condominio

Cassazione: l'assemblea dei condomini non competente a deliberare per le spese fiscali

La Seconda Sezione Civile della Corte di Cassazione (Sent. 9463/2004) ha stabilito che l'assemblea condominiale "non competente a deliberare in materia di spese concernenti le imposte relative all'acquisto di un bene destianto all'uso comune". I Giudici del Palazzaccio hanno inoltre precisato che "non entrano nella competenza dell'assemblea le spese fiscali riguardanti parti comuni dell'edificio, quando si tratta di spese afferenti all'acquisto del diritto sui beni comuni e non alla gestione di essi. Come gli atti di trasferimento intercorrono tra i terzi ed i singoli condomini, del pari i rapporti tributari si instaurano tra l'Amministrazione finanziaria ed i singoli partecipanti al condominio" e che "l'assemblea, quindi, non pu deliberare e ripartire tra i condomini i tributi dovuti dai singoli per l'acquisto di beni destinati al servizio comune anche se detti beni appartengono in comune a tutti i condomini".
Leggi la motivazione della sentenza
(08/07/2004 - Avv.Cristina Matricardi)
In evidenza oggi:
» Telefono: i costi di disattivazione sono illegittimi
» Il credito dell'avvocato distrattario non un credito di lavoro
» Carabinieri, concorso per 2.000 posti
» Avvocati: il vademecum sulla privacy
» Pensioni: via la Fornero e tagli a quelle d'oro


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss