Sei in: Home » Articoli

Cassazione: per il diritto civile il matrimonio non è annullabile per infedeltà

La Prima Sezione Civile della Corte di Cassazione (Sent. 8205/2004) ha stabilito che il matrimonio non può essere annullato a causa dell'infedeltà precedente alle nozze e che, di conseguenza, non ci si potrà sottrarre agli obblighi previsti dal diritto civile in caso di divorzio e statuiti dal giudice ordinario. I Giudici di Piazza Cavour hanno precisato che, contrariamente a quanto stabilito dal diritto canonico, nel diritto civile l'infedeltà anteriore al matrimonio, non rientra tra le cause di nullità del matrimonio civile concordatario. La Corte, dunque, confermando la decisione dei Giudici dell'Appello che, in sede di delibazione, non avevano riconosciuto la sentenza ecclesiastica di annullamento del matrimonio per violazione dell'obbligo di fedeltà, ha precisato che l'annullamento per riserva mentale, ammesso dal diritto canonico contrasta con i principi del nostro ordinamento.
Leggi il testo della sentenza
(28/05/2004 - Avv.Cristina Matricardi)

In evidenza oggi:
» La compensazione delle spese offende la professione forense
» Separazione: quando e come va ascoltato il figlio under12
» La madre perde la figlia se sussistono gli 8 sintomi dell'alienazione parentale
» Infiltrazioni d'acqua: il condominio non responsabile
» Ddl Mobbing: 4 anni di carcere e multe fino a 100mila euro
Newsletter f t in Rss