Sei in: Home » Articoli

Interessi legali dimezzati dal 1° gennaio 2015. Ma ci sono anche vantaggi fiscali

Il saggio di interesse legale, sarà dello 0,5% in ragione d'anno
tagli soldi euro crisi sprechi
Il Ministero dell'Economia e delle Finanze, secondo quanto stabilito dall'art. 1284 del Codice Civile, con il decreto dell'11 dicembre 2014, ha modificato il saggio di interesse legale, fissandolo allo 0,5% in ragione d'anno, con decorrenza dal 1° gennaio 2015
L'aggiornamento non avviene in maniera automatica, ma dipende dal rendimento medio annuo lordo dei titoli di Stato (durata non superiore ai 12 mesi) e dal tasso di inflazione registrato durante l'anno

In questo contesto, il Ministero dell'Economia e delle Finanze interviene solamente nel caso in cui si verifichino delle variazioni: il decreto che stabilisce la modifica va pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale entro il 15 dicembre dell'anno che precede l'aggiornamento stesso. 

Per il 2015 la percentuale dei nuovi interessi legali risulta dimezzata rispetto a quella del 2014, pari all'1%. 

Tale riduzione avrà un certo impatto anche sul Fisco: cambieranno, infatti, gli importi da corrispondere all'Erario con ravvedimento operoso. Gli interessi scattano a partire dal giorno successivo al termine fissato per il pagamento e si calcolano sino al giorno in cui il versamento viene effettuato. 

Il tasso di interesse del 2015 sarà il più favorevole degli ultimi anni.

Per il calcolo degli interessi legali è possibile utilizzare queste risorse di calcolo:
(19/12/2014 - G.C.)
In evidenza oggi:
» Affido condiviso: sì a diritto di visita rigido per tutelare i figli
» Reato di invasione di edifici: in arrivo multe fino a 2mila euro
» Il processo amministrativo
» Avvocati: verso l'assunzione negli studi legali
» Addio multa se nel verbale mancano indicazioni sul segnale di preavviso

Newsletter f g+ t in Rss