Sei in: Home » Articoli

Riforma del diritto societario e istituti di credito

Con comunicato del 29 marzo 2003 la Banca d'Italia ha fornito le prime indicazioni per la vigilanza nel settore bancario a seguito dell'entrata in vigore della riforma del diritto societario. Le banche con una precedente comunicazione risalente a dicembre 2003 erano state invitate a sospendere le operazioni di adeguamento degli statuti societari in attesa dell'emanazione della disciplina di coordinamento dei Testi unici bancario e della finanza, approvata in seguito con D.Lgs. 6 febbraio 2004, n. 37. Con la nuova comunicazione la Banca d'Italia dà il via agli adeguamenti statutari degli Istituti di credito, che, se di mero adattamento alle disposizioni civilistiche imperative, potranno essere sottoposti alla Banca d'Italia omettendo la fase dell'informativa.

(Banca d'Italia, Com. 29/03/2004, G.U. 29/03/2004, 74)

(News pubblicata su autorizzazione di www.leggiditalia.it)
(03/04/2004 - Media Italia)
Le più lette:
» Carta identità elettronica: come si richiede
» Gratuito patrocinio: il tribunale non può pagare gli avvocati
» Tari: come chiedere il rimborso dal 2014
» Pensioni: Ape volontaria, pronte le convenzioni
» Diritto di recesso: cos'è e come si esercita
In evidenza oggi
Cassazione: lei ci sta poi ci ripensa? Resta grave la violenza sessualeCassazione: lei ci sta poi ci ripensa? Resta grave la violenza sessuale
Cassazione: il pedone non ha sempre ragioneCassazione: il pedone non ha sempre ragione

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF