Sei in: Home » Articoli

Intervento del Garante sulla questione delle cartelle cliniche abbandonate

Il Garante per la protezione dei dati personali (Newsletter 9/18 febbraio 2004) ha reso noto di essere intervenuto sul caso segnalato nella puntata del 10 febbraio da "Striscia la notizia", circa la struttura sanitaria di S.Maria di Leuca, dove sono state rinvenute cartelle cliniche abbandonate e alla portata di chiunque. Il Garante ha precisato che si tratta di una documentazione riportante "dati sensibili" come diagnosi, radiografie, certificati medici ecc., e relativa a bambini malati di tubercolosi ospitati fino agli anni ottanta presso la struttura sanitaria che fungeva da colonia estiva e che, successivamente, tale struttura, con il venir meno di questo tipo di iniziative a favore dei minori, è andata progressivamente in disuso fino alla sua definitiva dismissione oltre vent'anni fa.
Il Garante si è quindi attivato per accertare l'esistenza di eventuali violazioni della normativa sulla protezione dei dati personali e, come prima cosa ha inviato sul posto il proprio nucleo ispettivo che ha assunto un ruolo di coordinamento degli interventi, già avviati, su indicazione della Procura presso il tribunale per i minorenni di Lecce, da parte delle autorità locali, allo scopo di verificare che recupero e conservazione delle cartelle cliniche avvenisse in modo idoneo così da evitare accessi non autorizzati ai dati personali.
(27/02/2004 - Avv.Cristina Matricardi)
In evidenza oggi:
» Multe: il super autovelox vede anche chi usa il telefono
» Guida in stato di ebbrezza: la sospensione della patente non è automatica
» In arrivo più ferie e ponti per tutti
» Lavori in casa senza permesso: in vigore l'elenco
» RC Auto: al via gli sconti obbligatori


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
L'avvocato non può accettare compensi esigui
Resta aggiornato. Segui StudioCataldi su Telegram      SCOPRI DI PIU'
chiudi