La Cassazione con Sentenza n. 5/2002 ha riconosciuto la responsabilità del datore di lavoro nei sinistri stradali che vedono coinvolti i propri dipendenti e che siano imputabili al fattore stress legato all’attività lavorativa. Secondo la Corte il fondamento della responsabilità va ricercato in primo luogo nel disposto di cui all’art. 2087 c.c. che impone all’imprenditore di adottare tutte le misure idonee atte a garantire e tutelare l’integrità fisica dei propri dipendenti. Il lavoratore dovrà però dimostrare il nesso di causalità che lega il fattore stressante lavorativo all’incidente subito.

Condividi
Feedback

In evidenza oggi: