Sei in: Home » Articoli

Divieto del patteggiamento allargato in Cassazione

Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione (sent. . 47289/03) hanno stabilito che la normativa sul cosiddetto "patteggiamento allargato", introdotto dalla legge 134/03, non trova applicazione nei giudizi di legittimità dinanzi alla Corte di Cassazione. I Giudici di Piazza Cavour hanno infatti precisato che la decisione sulla richiesta di applicazione della pena è una decisione di merito che non rientra nei poteri istituzionali della Corte di Cassazione e avrebbe pertanto richiesto un'apposita previsione normativa. Tale previsione specifica però non c?è dal momento che la disposizione dell'art. 5 co.
2 della L. 134/2003 è norma transitoria con la conseguenza che la sospensione del dibattimento è di carattere eccezionale, da applicare solo nei casi espressamente previsti dalla lettera della legge.
(05/01/2004 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Avvocati: addio contributo minimo integrativo
» Multa col cellulare in auto anche se non si parla
» Facebook: reato di diffamazione aggravata anche per chi commenta
» La Consulta boccia l'art. 92 post riforma
» Responsabilità medica: l'art. 590-sexies e l'intervento delle Sezioni Unite


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
RIMEDI ALTERNATIVI AL REPECHAGE IN IPOTESI DI LICENZIAMENTO PER GIUSTIFICATO MOTIVO OGGETTIVO DETERMINATO DA RIORGANIZZAZIONE AZIENNDALE PER RIDUZIONE DI PERSONALE OMOGENEO E FUNGIBILE