Sei in: Home » Articoli

Delirio: via l'IMU ma va introdotta la Service Tax

tasse povero crisi imu iva
Secondo quanto ha dichiarato il ministro per gli affari regionali Graziano Delrio, è possibile esentare il 70% degli italiani (i meno abbienti) dal pagamento dell'IMU ma è necessario introdurre una nuova imposta: la service tax che mette insieme Tares e Imu.

Insomma al momento non ci sarebbero le condizioni per eliminare del tutto l'IMU sulla prima casa, ma, spiega il ministro, per i cittadini più facoltosi non dovrebbe essere un problema pagare un'imposta che costa meno di un abbonamento a una TV privata.

Secondo quanto spiega Delirio, con la service tax sarà introdotta una tassazione "molto equa", separando la tassazione su rifiuti dalla tassa immobiliare. La service tax avrà due componenti: una a carico dei proprietari e una a carico degli affittuari.

La service tax inoltre potrebbe essere più "pesante" sulla seconda casa.

Le questioni fiscali su IMU e IVA saranno affrontate dal Consiglio dei Ministri il prossimo 28 agosto. Dovrebbe essere definitivamente abolita la prima rata dell'Imu che a giugno era stata solo temporaneamente sospesa. Naturalmente il Governo dovrà stanziare 2 miliardi per sostenere il costo dell'operazione.

Per quanto riguarda invece la rata di dicembre, la possibilità di evitare il pagamento è legata proprio all'introduzione della service tax a partire dal primo settembre.
(23/08/2013 - A.V.)
In evidenza oggi:
» Conto corrente: i limiti al pignoramento delle somme versate dall'Inps
» Mantenimento non dovuto al figlio che non vuole lavorare
» Il marito non ha il diritto di soddisfare i suoi istinti sessuali
» Condono fiscale 2019: come funziona la sanatoria
» Sì al pernotto dal papà anche se la mamma non vuole

Newsletter f g+ t in Rss