Sei in: Home » Articoli
 » Contratti

Esecuzione in forma specifica dell?obbligo di concludere un contratto di lavoro

La Sezione Lavoro della Corte di Cassazione (Sent. n. 12516/03) ha affermato che l?art. 2932 Cod. Civ. (Esecuzione specifica dell?obbligo di concludere un contratto) trova applicazione solo laddove la fonte dell'obbligo consenta di determinare tutti gli elementi del contratto, anche nei dettagli, in modo che sia possibile iniziarne l'esecuzione senza che le parti debbano esprimere ulteriori dichiarazioni dirette a precisarne l'oggetto o il contenuto. Tra questi elementi essenziali, precisa la Corte, sono comprese soprattutto le mansioni. Ne consegue che, mancando tale specificazione, in caso di inadempimento dell?obbligo del datore di lavoro, il lavoratore non pu˛ esperire il rimedio dell'esecuzione in forma specifica ai sensi dell'art. 2932 c.c., ma ha soltanto diritto all'integrale risarcimento dei danni, ossia al ristoro delle utilitÓ perdute per tutto il periodo del protrarsi di detto inadempimento.
(29/12/2003 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Avvocati: addio contributo minimo integrativo
» Multa col cellulare in auto anche se non si parla
» Facebook: reato di diffamazione aggravata anche per chi commenta
» La Consulta boccia l'art. 92 post riforma
» ResponsabilitÓ medica: l'art. 590-sexies e l'intervento delle Sezioni Unite


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
RIMEDI ALTERNATIVI AL REPECHAGE IN IPOTESI DI LICENZIAMENTO PER GIUSTIFICATO MOTIVO OGGETTIVO DETERMINATO DA RIORGANIZZAZIONE AZIENNDALE PER RIDUZIONE DI PERSONALE OMOGENEO E FUNGIBILE