Sei in: Home » Articoli

Mantenimento dei figli oltre la maggiore età

La Suprema Corte, con la recente sentenza n. 4765/02, ha stabilito che i genitori separati hanno l’obbligo di concorrere tra loro al mantenimento dei figli secondo le regole dell’articolo 148 cc anche dopo che questi ultimi siano diventati maggiorenni. Tale obbligo viene meno soltanto quando il genitore interessato alla cessazione dell’obbligo dimostri che il figlio ha raggiunto l’indipendenza economica, oppure che il mancato svolgimento di una attività lavorativa dipende dall’inerzia ovvero da rifiuto ingiustificato dello stesso. L’accertamento di tali circostanze, precisa la Corte, va fatto tenendo conto delle aspirazioni del figlio, del suo percorso scolastico e della situazione attuale del mercato del lavoro, con specifico riguardo al settore nel quale il soggetto abbia indirizzato la propria formazione.
In via di principio, dunque, non possono ravvisarsi profili di colpa nei confronti del figlio che si rifiuti di svolgere un’attività non consona alle sue aspettative e alla sua specializzazione, sempre che, ovviamente, tale atteggiamento di rifiuto sia compatibile con le condizioni economiche della famiglia.
(08/04/2002 - Roberto Cataldi)

In evidenza oggi:
» Danno biologico: le nuove tabelle di Roma sempre più lontane da quelle di Milano
» Un albero per ogni nato: sanzioni in arrivo per i comuni che non adempiono
» Il Codice della crisi e dell'insolvenza
» Addio definitivamente all'assegno di divorzio con la nuova convivenza
» Il mutuo condominiale
Newsletter f g+ t in Rss