Sei in: Home » Articoli

Ricongiungimenti familiari: nuova normativa Ue

Condividi
Seguici

Con direttiva 2003/86/CE del 22 settembre 2003 il Consiglio dell'unione europea ha dettato nuove norme per tutelare il diritto ai ricongiungimenti familiari. La direttiva si applica ai cittadini dei paesi terzi all'Unione europea che risiedono legalmente in uno stato membro. Il ricongiungimento opera nei confronti del coniuge, dei figli mionrenni, anche s eadottati, sia del soggiornante che del coniuge, gli ascendenti diretti di primo grado del coniuge e del soggiornante se a carico di questi ultimi e non abbiano un sostegno familiare nel paese d'origine e i figli adulti non coniugati, del coniuge e del soggiornante, che non possano mantenersi per problemi di salute. Gli stati membri sono tenuti a conformarsi alla direttiva entro il 3 ottobre 2005.

( Dir. 22/09/2003 , G.U.C.E. , 03/10/2003 , n. L251 )

(News pubblicata su autorizzazione di www.leggiditalia.it)
(08/10/2003 - Media Italia)
In evidenza oggi:
» Codice della strada: arriva la riforma
» Cassazione: il lavoratore non è obbligato a stimare l'azienda
» Legittima difesa in vigore: ecco come cambia il codice penale
» Appalto: le cause di estinzione
» La pensione minima

Newsletter f t in Rss