Sei in: Home » Articoli

Intervento del Garante sulla privacy in materia di pignoramento dello stipendio

Il Garante per la riservatezza, con la newsletter dello scorso 10 marzo, ha sanzionato la dicitura ?pignoramento? sul cedolino dello stipendio. Tale parola andrą dunque eliminata e sostituita con altre espressioni (ad esempio ?altre trattenute?) comunque idonee a rendere comprensibile la voce, ma nello stesso tempo pił generiche, in modo da non consentire ai terzi di venire immediatamente a conoscenza della difficile situazione in cui versa il lavoratore. Sempre per salvaguardare i delicati aspetti della sfera privata del lavoratore, sul cedolino non si potrą pił indicare neppure la specifica causale del pignoramento, dovendo lo stesso limitarsi a riportare le sole notizie indispensabili a documentare al dipendente le diverse voci relative alle competenze e alle trattenute.
(21/03/2002 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Decreto privacy in vigore: al via l'oblazione
» Esami avvocati: vecchie regole per altri 2 anni
» Il processo amministrativo
» Avvocati: verso l'assunzione negli studi legali
» Addio multa se nel verbale mancano indicazioni sul segnale di preavviso

Newsletter f g+ t in Rss