Sei in: Home » Articoli

PMI, agevolazioni per tutela prodotti italiani all'estero

imprese impiegati pmi accordo lavoro
Il Ministero dello Sviluppo Economico concederÓ con la collaborazione di Unioncamere agevolazioni a favore di micro, piccole e medie imprese al fine di promuovere l'utilizzo dei diritti di proprietÓ industriale, strumento privilegiato di valorizzazione della loro capacitÓ innovativa.

Le PMI italiane avranno quindi l'opportunitÓ di tutelare i propri prodotti con pi¨ facilitÓ anche sui mercati esteri. Nello specifico le agevolazioni consentiranno di favorire la registrazione di marchi comunitari presso l'Ufficio per l'armonizzazione nel mercato interno e favorire la registrazione di marchi internazionali presso l'Organizzazione mondiale per la proprietÓ intellettuale.

Il totale delle risorse messe a disposizione ammonta complessivamente a 4.500.000 euro, e il bando relativo Ŕ stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 105 del 7 maggio 2012.

Per ciascuna domanda di marchio depositata l'importo dell'agevolazione pu˛ variare dai 4 ai 6 mila euro e copre l'80% o il 90% delle spese ammissibili sostenute in funzione dei Paesi designati per la registrazione; ogni impresa ha la facoltÓ di presentare pi¨ domande di registrazione di marchi, per un totale massimo complessivo di 15 mila euro di agevolazioni.

Il gestore dal bando al quale le domande di agevolazione possono essere presentate Ŕ Unioncamere, a partire dal 4 settembre 2012, ovvero il 120░ giorno successivo alla pubblicazione in Gazzetta; sarÓ l'ordine cronologico di presentazione delle domande, inoltre, a sancire chi avrÓ la precedenza nell'attingere alle risorse a seguito di procedura valutativa allo sportello, e fino a comunicazione da parte di Unioncamere di esaurimento delle stesse.

(15/05/2012 - Andrea Proietti)
In evidenza oggi:
» Multe: se il Prefetto non si costituisce l'automobilista ha ragione
» Obblighi di assistenza familiare: quando non c'Ŕ reato
» Agevolazioni legge 104
» Arriva la riforma del processo civile
» Condono fiscale 2019: come funziona la sanatoria

Newsletter f g+ t in Rss